9474652420519448 01688101952603718437

venerdì 23 dicembre 2011

IL RE LEONE (The Lion King - El Rey León) - Walt Disney



    
IL RE LEONE
Titolo originale - The Lion King
Paese - USA
Anno - 1994
Durata - 88 min (ed. 1994) 90 min (ed. 2003)
Audio - Sonoro
Genere - Animazione
Regia - Roger Allers, Rob Minkoff
Sceneggiatura - Irene Mecchi, Jonathan Roberts, Linda Woolverton
Produttore - Don Hahn
Produttore esecutivo - Thomas Schumacher, Sarah McArthur
Casa di produzione - Walt Disney Pictures
Distribuzione (Italia) - Buena Vista International
Art director - Andy Gaskill
Montaggio - Ivan Bilancio
Effetti speciali - Scott Santoro
Musiche Hans Zimmer
Tema musicale - Elton John, Tim Rice e Lebo M.
Scenografia - Chris Sanders

Doppiatori originali

Matthew Broderick: Simba adulto
Joseph Williams: Simba adulto (canto)
Jonathan Taylor Thomas: Simba giovane
Jason Weaver: Simba giovane (canto)
James Earl Jones: Mufasa
Jeremy Irons: Scar
Jim Cummings: Scar (canto)
Nathan Lane: Timon
Ernie Sabella: Pumbaa
Madge Sinclair: Sarabi
Moira Kelly: Nala (adulta)
Sally Dworsky: Nala (adulta canto)
Niketa Calame: Nala (giovane)
Laura Williams: Nala (giovane canto)
Robert Guillaume: Rafiki
Rowan Atkinson: Zazu
Whoopi Goldberg: Shenzi
Cheech Marin: Banzai
Jim Cummings: Ed
Zoe Leader: Serafina

Doppiatori italiani

Riccardo Rossi: Simba adulto
Daniele Viri: Simba adulto (canto)
George Castiglia: Simba giovane
Vittorio Gassman: Mufasa
Tullio Solenghi: Scar
Tonino Accolla: Timon
Roberto Stafoggia: Timon (canto)
Augusto Giardino: Pumbaa
Paola Giannetti: Sarabi
Laura Boccanera: Nala adulta
Lorena Brancucci: Nala adulta (canto)
Perla Liberatori: Nala giovane
Sergio Fiorentini: Rafiki
Roberto Del Giudice: Zazu
Rita Savagnone: Shenzi
Marco Guadagno: Banzai
Paola Caviglia: Serafina
  

     
TRAMA Virgilio Film - Il possente leone Mufasa, re della savana, è in festa con la consorte Sarabi per la nascita dell'erede Simba, che il babbuino sciamano Rafiki mostra alla variegata folla di animali che esulta ai piedi della grande rupe che funge da trono. Tuttavia, il maligno e invidioso Scar, fratello di Mufasa, complotta con l'aiuto delle iene per eliminare fratello e nipote e accedere al trono. Dopo essere scampato a una serie di incidenti provocati dal perfido zio ed essere stato ingiustamente accusato della morte di Mufasa, Simba fugge via. Rimasto solo, il leoncino viene adottato dal suricato Timon e dal facocero Pumbaa, che lo esortano a prendere la vita con filosofia, seguendo il motto locale "Hakuna Matata": senza preoccupazione. Passa il tempo e Simba è cresciuto e si è dimenticato del suo rango, ma l'incontro con l'amica d'infanzia Nala - sfuggita alla disastrosa situazione della sua gente, con Scar e le iene che dominano una savana ormai deserta di piante e di animali - e l'intervento di Rifiki - che fa apparire l'ombra di Mufasa per esortare Simba alla lotta - convinceranno il giovane erede al trono a tornare indietro e riprendersi il trono, per restituire così la savana alla bellezza e armonia di un tempo.

VEDI TRAMA COMPLETA

Simba è un leoncino, figlio del re Mufasa. Il suo destino è quello di regnare un giorno al posto di suo padre ma le mire del perfido zio Scar lo portano a scappare lontano dalla terra del branco, con la convinzione di aver ucciso l'adorato genitore. La fuga gli farà incontrare due simpatici amici, Pumbaa e Timon che gli ridaranno la gioia di vivere.
  

  
COMMENTO - Il più astuto degli effetti speciali di Aladdin è probabilmente l'omaggio alla cultura araba, secondo una diplomazia etnica che prosegue in Il re leone (1994), il meno americanocentrico e il meno antropocentrico (non c'è ombra di essere umano) fra i lungometraggi Disney; nonché il meno sdolcinato, il meno umoristico, il meno magico e soprattutto il meno mammista. Tutto ruota infatti attorno all'educazione virile di un leoncino, erede al trono reale, che affronta la suprema prova iniziatica debellando lo zio usurpatore.
Lo spunto shakespeariano viene addirittura migliorato dagli sceneggiatori, vista che qui l'amletico re leone soffre di sensi di colpa indotti dalla zio per aver involontariamente provocato la morte del padre. E tuttavia alla pretesa di "fare alto" corrispondono risultati abbastanza modesti: quel temporale documentaristico disegnato goccia per goccia, quei leoni da libro di scuola, quella tonitruante carica degli gnu, che non differisce sostanzialmente da una normale carica di bisonti da western...

Torna il sospetto che già mi sfiorò davanti a Bambi: una storia così poco fiabesca era proprio il caso di farla coi disegni animati o tanto valeva girarla dal vero?
Eppure Il re leone sembra essere diventato il disegno animato più redditizio di tutti i tempi. Sebbene così austero, così disadorno, così zoologico, così poco disneyano.
Ma per il pubblico forse un film vale l'altro: si ricordano i titoli, le canzoni, qualche personaggio, non certo l'anno di produzione. Portare i bambini all'ultimo Disney è da molto tempo una tradizione stagionale, come l'uovo di Pasqua o il panettone di Natale, su cui è stata fondata un'industria, quella delle riedizioni, tanto fiorente che bastava per finanziare i nuovi progetti. Ora poi che c'è l'home video (i film Disney come baby sitter elettroniche e come sentinelle contro la TV volgare) l'eterna giovinezza dei cartoon sembra assicurata.
Con questa invenzione dei sempreverdi di celluloide Walt Disney è riuscito a sopravvivere a se stesso, tanto più che come si è visto non è facile distinguere i film che ha realizzato in vita da quelli prodotti dopo la sua morte da casa Disney. Ma nella sua immortalità c'è qualcosa di industriale, quasi di anonimo e tanti non sembrano farci più caso. Probabilmente i sempreverdi non riescono simpatici a tutti, in particolare di questi tempi. Non rimangono senza foglie, non cambiano colore, non invecchiano, insomma sono poco antropomorfici.

PESONAGGI


Simba, figlio di Mufasa e futuro re


Nala, coetanea di Simba e futura regina.


  
Timon e Pumbaa, un suricato e un facocero che Simba incontra dopo la fuga dalla rupe dei re.

   
Scar, fratello di re Mufasa, evidentemente secondogenito del precedente re della savana. 
Con la nascita di Simba non può più ambire al trono.


Zazu, il bucero e aiutante di Mufasa.
 


Rafiki, il vecchio mandrillo saggio.
Aiuta Simba ad interpretare i suoi reconditi sentimenti. 
 

  

Banzai, Shenzi e Ed, le iene che Scar assolda per uccidere Simba 
(rispettivamente il maschio, la femmina e l'altro maschio che ride sempre).
  

Mufasa, padre di Simba. È il re della savana.

   

Sarabi, compagna di Mufasa e mamma di Simba.
  

Sarafina, madre di Nala.

  






  

DISEGNI DA COLORARE
IL RE LEONE

























































































    

1 commento:

Paola ha detto...

Un cartone molto bello, come tutti i cartoni di Disney di cui sono da sempre un'adoratrice..hai fatto un post così ricco di notizie e di particolari..stupendo.
Non sono passata per lasciarti gli auguri per Natale, ma sono in tempo per augurarti un sereno 2012. Un caro saluto.