9474652420519448 01688101952603718437

martedì 17 aprile 2012

I CAPRICCI DI MARIANNA (Les caprices de Marianne) - Alfred de Musset




   
I CAPRICCI DI MARIANNA
Les caprices de Marianne

Tragicommedia in prosa in due atti di Alfred de Musset. Pubblicata sulla “Revue des Deux Mondes” il 15 maggio 1833, venne rappresentata in versione rimaneggiata a Parigi alla Comédie-Française il 14 giugno 1851.


PERSONAGGI


Claudio
Marianna
Celio
Ottavio
Ermia
Malvolio
Tibia
Ciuta
Pippo
   
    
    
1994: Les Caprices de Marianne , regia di Lambert Wilson al Théâtre des Bouffes du Nord con Lambert Wilson (Ottavio), Michel Fabrizio (Celio), Anouk Ferjac (Ermia), Louis Navarre (Claudio), Laure Marsac (Marianna) Pierre Val (Tibia), Luciana Castellucci (Ciuta), Bernard Musson (Malvolio) e Denis Benoliel (Tavernier).

ATTO I

A Napoli, all'epoca del regno di Francesco I, Celio corteggia con infruttuose serenate notturne la virtuosa Marianna, moglie del gelosissimo podestà Claudio. Durante il carnevale Celio chiede all'amico Ottavio, cugino di Claudio, di convincere Marianna a cedergli, ma Marianna rivela tutto al marito. Ermia, madre di Celio, lo avverte che, com'è successo a lei, nelle vicende di cuore gli ambasciatori agiscono per tornaconto personale.


ATTO II

Ottavio, piú esperto di Celio, gioca d'astuzia con Marianna, che lo rimprovera per il rigido schematismo con cui lui e tutti gli uomini pensano di raggiungere il loro obiettivo. Ottavio l'affascina, quando si fa preparare la tavola sotto un pergolato nella piazza davanti a casa di Marianna, con la scusa di attendere un'altra donna, per attirarla e dimostrarle così che tutte le donne sono uguali. Marianna ci casca, ma viene scorta da Claudio, che la rimprovera. Marianna rivendica la sua autonomia e, per vendetta, sceglie Ottavio come cavalier servente, donandogli i nastri del vestito e dandogli appuntamento per la notte. Ottavio, sincero fautore della causa dell'amico, spinge Celio a sostituirlo all'appuntamento con Marianna, ma Celio cade vittima dell'agguato mortale preparato da Claudio. Ottavio, scoperto il cadavere dell'amico e incapace di vendicarne la morte, comprende che Marianna è un'egoista, interessata solo a soddisfare i suoi capricci, e decide di abbandonare la condotta spensierata tenuta fino a quel momento.


I capricci di Marianna, una tragicommedia con una trama morbosa e con personaggi dotati di una psicologia complessa, si inserisce perfettamente nel clima romantico dell'epoca.
Quest'opera è chiamata 'commedia' da Musset, ma in verità è simile ad un dramma.
   

4 commenti:

Marianna S. ha detto...

sono tutte terribili le Marianne :)

Marianna S. ha detto...

e non dirmi "compreso le fosse"...ok?

TheSweetColours ha detto...

interessante

Paola ha detto...

Penso che mi piacerebbe vederla. Cari saluti e buona giornata