9474652420519448 01688101952603718437

venerdì 26 settembre 2014

TEATRO TEDESCO DELL'OTTOCENTO (German theatre of the Nineteenth century)

Costume teatrale dell'Ottocento

TEATRO TEDESCO DELL'OTTOCENTO

Uno dei principali drammaturghi dell'Ottocento tedesco fu Georg Büchner (Goddelau, 17 ottobre 1813 – Zurigo, 19 febbraio 1837) che introdusse nuove tematiche e una nuova tecnica teatrale estremamente essenziale, non capita dai contemporanei, ma destinata ad avere grande influenza sul teatro espressionista.
Nelle sue tragedie (La morte di Danton, 1835; Woyzeck, pubblicata postuma nel 1879) Büchner rappresenta personaggi sopraffatti da un destino più forte della loro volontà.

Altro importante autore teatrale in lingua tedesca fu Franz Grillparzer (Vienna, 15 gennaio 1791 – Vienna, 21 gennaio 1872) che nei suoi drammi (Saffo, 1818..., Guai a chi mente1838) manifestò sentimenti di angoscia nei confronti della vita esprimendo la solitudine dell'artista di fronte ad una società in decadenza.

Verso la seconda metà del secolo si affermò anche in Germania la tragedia borghese con Christian Friedrich Hebbel (Wesselburen, 18 marzo 1813 – Vienna, 13 dicembre 1863).

In questo periodo la scena teatrale tedesca fu dominata dal teatro musicale di Wilhelm Richard Wagner (Lipsia, 22 maggio 1813 – Venezia, 13 febbraio 1883) che scrisse anche tutti i libretti dei suoi drammi musicali, ispirandosi alle leggende della tradizione germanica.

Le teorie del teatro naturalista furono seguite da Gerhart Johann Robert Hauptmann (Obersalzbrunn, 15 novembre 1862 – 6 giugno 1946) che nel suo primo dramma (Prima dell'alba, 1889) rappresentò realisticamente la vita di una famiglia di minatori della Slesia. 

Accanto ad Hauptmann ricordiamo Benjamin Franklin Wedekind (Hannover, 24 luglio 1864 – Monaco di Baviera, 9 marzo 1918) le cui opere anticipano i temi dell'espressionismo e condannano il conformismo della società borghese.



Nessun commento: