9474652420519448 01688101952603718437

domenica 19 ottobre 2014

L'AVARO (The Miser) - Carlo Goldoni


L'AVARO
Carlo Goldoni
Lingua originale - Dialetto veneto
Genere - Commedia in prosa
Ambientazione  - Venezia, casa di Ambrogio
Composto nel 1756
Prima assoluta 1756
Compagnia di Francesco Albergati Capacelli di Venezia
Testo completo - Clicca qui

Personaggi

DON AMBROGIO, vecchio avaro. 
DONNA EUGENIA, vedova, nuora di Don Ambrogio. 
IL CONTE FILIBERTO dell'Isola. 
IL CAVALIERO COSTANZO degli Alberi. 
DON FERDINANDO, giovane Mantovano. 
CECCHINO, servitore. 
Un PROCURATORE, che non parla. 

Rappresentata a Bologna nel 1756, venne pubblicata a Venezia nel 1762.

La Scena si rappresenta in Pavia, in una galleria in casa di don Ambrogio

TRAMA - Da un anno è morto il figlio del vecchio avaro Don Ambrogio, che si consola della perdita con i risparmi fatti, incrementabili se potesse liberarsi di sua nuora, Donna Eugenia, a cui però non vuole dare la dote, giacché la vedova ha consumato tutta la propria nelle sue frivole spese. 
Di lei è innamorato Don Fernando, un nobile studente mantovano pensionante presso Don Ambrogio, che proprio per questo non vuole andarsene, seppur richiamato a casa dal padre.
Eugenia ha due pretendenti, il rispettoso conte Filiberto dell'Isola, che esige assoluta fedeltà, e il galante cavaliere Costanzo degli Alberi, che sarebbe invece tollerante verso eventuali amori di passaggio. Eugenia si rimette alla decisione di Don Ambrogio, lieta di accasarsi con uno dei due pretendenti; ma il suocero li respinge entrambi, vedendoli troppo interessati alla dote di Eugenia, e la concede invece a Fernando, disposto a sottoscrivere la rinuncia alla dote. 
Eugenia comprende che questo causerebbe la rovina di Fernando, ancora senza una professione, e rivendica davanti al suocero il diritto di disporre dei propri beni. 
Per evitare una lite il cavaliere trova la soluzione, proponendo che Eugenia sposi un galantuomo che non abbia bisogno della sua dote e che alla morte di Don Ambrogio Eugenia ne resti erede universale. Accettata la proposta, è il cavaliere ad avere la meglio nella contesa matrimoniale, avendo dimostrato la sagacia necessaria per conquistare Eugenia. 
Fernando rientra dai genitori per continuare gli studi lontano dalle tentazioni e al conte viene concesso di rivedere Eugenia quando lui vorrà, se lo vorrà.


VEDI ANCHE . . .




Nessun commento: