9474652420519448 01688101952603718437

mercoledì 2 settembre 2015

LA DEVOZIONE DELLA CROCE (The devotion the cross - La devoción de la Cruz) - Pedro Calderón de la Barca




    
LA DEVOZIONE DELLA CROCE 
La devoción de la Cruz

Commedia in versi in tre giornate di Pedro Calderón de la Barca. 
Composta tra il 1625 e il 1630
Venne pubblicata a Huesca nel 1634.


PRIMA GIORNATA

Nelle vicinanze di Siena, Lisardo sfida a duello l'amico Eusebio per difendere l'onore di sua sorella Giulia, corteggiata da Eusebio. Questi, abbandonato da bimbo ai piedi di una croce e raccolto dai pastori, che l'hanno accudito e allevato, è devotissimo alla Croce, da cui si sente protetto. 
Nel duello Eusebio ferisce mortalmente Lisardo e si reca da Giulia, ma è sorpreso dall'arrivo di Curzio, padre della ragazza. Curzio pensa di rinchiudere la figlia in convento, per salvarne l'onore. 
Intanto Giulia, venuta a sapere della morte del fratello Lisardo per mano di Eusebio, ripudia quest'ultimo e accetta di entrare in convento.


SECONDA GIORNATA

Eusebio, bandito dalla città e privato di tutti i beni, si dà aI brigantaggio nel contado senese, braccato da Curzio e dai suoi uomini. Curzio, durante la caccia a Eusebio, giunge nel luogo dove sua moglie Rosmina, ingiustamente accusata di tradimento, era stata abbandonata a partorire due gemelli, di cui uno soltanto (Giulia) era stato riportato a casa. 
Eusebio, per far sua Giulia, penetra nel convento e, quando la ragazza sta per cedergli, si ritrae turbato alla vista della croce al collo di Giulia.


TERZA GIORNATA

Curzio continua a inseguire Eusebio, che cade in un dirupo ed è raccolto sanguinante dallo stesso Curzio: questi lo riconosce, grazie alla croce che porta sul petto, come il gemello abbandonato sulla montagna. 
Eusebio, dopo essere stato seppellito dal padre, risorge, per ottenere l'assoluzione dei propri peccati, e poi ritorna nel suo sepolcro. Qui giunge Giulia, che, appresa la vera identità di Eusebio, confessa a sua volta le proprie colpe. Curzio sta per punirla, quando la figlia, abbracciata la croce sulla tomba di Eusebio, ascende al cielo.


VEDI ANCHE . . .

Nessun commento: