9474652420519448 01688101952603718437

mercoledì 23 dicembre 2015

FEMMINE DEL MARE (Submarine) - Frank Capra

 


SUBMARINE
(Femmine del mare)
Regia - Frank Capra
Soggetto - Norman Springer
Sceneggiatura - Dorothy Howell
Produttore - Harry Cohn
Casa di produzione - Columbia Pictures Corporation
Fotografia - Joseph Walker
Montaggio - Arthur Roberts
Effetti speciali - John P. Fulton
Musiche - (Maurice Baron e David Broekman) Dave Dreyer e Herman Ruby
Scenografia - Harrison Wiley
Genere - Azione, drammatico
Lingua originale - Inglese
Paese di produzione - Stati Uniti
Anno 1928
Durata - 93 minuti (9 rulli)
Colore - Bianco/Nero
Audio - Muto e Mono (Western Electric Sound System)
(sonorizzato: colonna sonora e rumori)

Interpreti e personaggi

Jack Holt: Jack Dorgan
Dorothy Revier: Bessie
Ralph Graves: Bob Mason
Clarence Burton: comandante del sottomarino
Arthur Rankin: il ragazzo
Joe Bordeaux
William H. O'Brien: cameriere al nightclub
Eric Wilton





TRAMA - Jack Dorgan, ufficiale dei marines ed esperto palombaro, si innamora di Bessie, una entraineuse in una sala da ballo, e la sposa. Poco dopo, viene mandato nel Pacifico per lavorare al recupero di un relitto. Nel frattempo, Bob Mason, ufficialetto giovane e bello nonché intimo amico di Jack, incontra Bessie, nella stessa sala da ballo di Oakland dove si sono incontrati Bessie e Jack. La ragazza fa la civetta con Bob, non dice di essere sposata.
 Così succede il fattaccio: quando Jack ritorna dal porto scopre Bob e Bessie l'uno nelle braccia dell'altra e se la prende col suo migliore amico. 
Medita la vendetta. E ha la possibilità di realizzarla quando il sommergibile di Bob si incaglia sul fondo intrappolando tutto I'equipaggio in una sicura, lenta agonia. 
Jack è il solo palombaro capace di raggiungere il sommergibile, ma è troppo ferito nell'orgoglio, è troppo offuscato dalla gelosia per intervenire. Alla fine, però - dopo molta suspense - Bessie confessa di essere stata lei a circuire Bob, e Jack, improvvisamente accortosi della verità, si lancia in soccorso. Indossa lo scafandro e si cala nelle profondità del mare per salvare Bob e tutto l'equipaggio. 
Ci riesce, avventurosamente. I due amici alla fine si riconciliano, in barba a Bessie e a tutte le donne di questo mondo.

COMMENTO - Secondo alcune riviste, il film prese spunto da due disastri di sottomarini. La marina militare degli Stati Uniti prese parte alla produzione come consulente e Film Daily notò che il film fu presentato agli uomini della U.S.S. Utah con una proiezioni speciale.
Della serialità della trilogia Submarine, Flight, Dirigible si è già detto. Si può aggiungere che continua la costruzione del personaggio "forte ". L'uomo forte, duro ma anche debole, macho ma anche femminile, si incarna in Jack Holt. Ed è lui che, dentro uno scafandro, si immerge negli abissi, quasi a guidare lo spettatore moderno in un viaggio nel profondo dell'immaginario popolare americano, nelle ricchezze sommerse del "B movie". 
Nel cinema italiano, esiste un caso storico che rimanda direttamente a questo film, tra realismo e bozzetto: Uomini sul fondo di Francesco De Robertis.


VEDI ANCHE . . .



Nessun commento: