9474652420519448 01688101952603718437

martedì 26 gennaio 2016

ANTONIO E CLEOPATRA (ANTONY AND CLEOPATRA) - William Shakespeare

  
ANTONIO E CLEOPATRA 
(Antony and Cleopatra)
William Shakespeare

Tragedia in versi e in prosa in cinque atti di William Shakespeare. 
Composta tra il 1606 e il 1607, venne rappresentata prima del febbraio 1607 e pubblicata postuma nel 1623.

Personaggi

Marco Antonio, generale romano e triumviro
Cleopatra VII, Regina d'Egitto
Giulio Cesare Ottaviano, triumviro
Marco Emilio Lepido, generale romano e triumviro
Sesto Pompeo, generale romano e figlio dell'ex triumviro Gneo Pompeo Magno
Domizio Enobarbo, amico di Antonio
Ventidio, amico di Antonio
Eros, amico di Antonio
Scaro, amico di Antonio
Dercete, amico di Antonio
Demetrio, amico di Antonio
Filone, amico di Antonio
Mecenate, nobile romano e amico di Cesare Ottaviano
Agrippa, generale romano e amico di Cesare Ottaviano
Dolabella, amico di Cesare Ottaviano
Proculeto, amico di Cesare Ottaviano
Tireo, amico di Cesare Ottaviano
Gallo, amico di Cesare Ottaviano
Menas, amico di Sesto Pompeo
Menecrate, amico di Sesto Pompeo
Varrio, amico di Sesto Pompeo
Tauro, Luogotenente di Cesare Ottaviano
Canidio, Luogotenente di Antonio
Silio, Ufficiale dell'esercito di Ventidio
Eufronio, Ambasciatore di Antonio e Cesare Ottaviano
Alessa, serva di Cleopatra
Mardiano, Eunuco
Seleuco, Tesoriere
Diomede, servo di Cleopatra
Ottavia, sorella di Cesare Ottaviano e moglie di Antonio
Carmiana, ancella di Cleopatra
Iras, ancella di Cleopatra
Un indovino
Un contadino
Ufficiali, soldati, messaggeri


ATTO I

Ad Alessandria d'Egitto nel 40 a.C. Antonio, innamorato di Cleopatra regina d'Egitto, apprende che la moglie Fulvia, cacciata dall'Italia per aver tentato di opporsi in armi a Ottaviano, è morta. I Parti avanzano in Oriente e Antonio, contrariando Cleopatra, decide di rientrare a Roma, dove Ottaviano e Lepido, privi del contributo di Antonio, non riescono a frenare le scorribande navali di Sesto Pompeo.


ATTO II

Ottaviano rinfaccia ad Antonio il periodo d'ozio trascorso in Egitto e la guerra condotta contro di lui da Fulvia. Per rinsaldare la loro alleanza Antonio sposa Ottavia, sorella di Ottaviano, per convenienza politica, pur avendo deciso di far ritorno in Egitto presso Cleopatra, furibonda alla notizia delle nozze. L'alleanza porta i suoi frutti e i triumviri offrono a Sesto Pompeo onorevoli condizioni di resa, celebrate con banchetti.


ATTO III 

L'intesa politica, tuttavia, ha breve durata: Ottaviano, dopo aver mosso contro Pompeo insieme a tepido, accusa quest'ultimo di tradimento a favore di Pompeo e lo incarcera; Antonio, diretto ad Atene, rivela a Ottavia di voler muovere guerra Ottaviano e rimanda a Roma la moglie. Ottaviano interpreta la separazione come un ulteriore caus belli. Cleopatra, che signoreggia su Antonio, gli mette a disposizione la flotta per la battaglia di Azio, poi persa per l'irresponsabile ritirata degli Egiziani. Per fermare la campagna di Ottaviano, Antonio invia Dolabella, istitutore dei suoi figli: a sua volta Ottaviano, irremovibile con Antonio, tenta la via diplomatica con Cleopatra, che si mostra malleabile col suo ambasciatore. Antonio, in preda alla gelosia, prepara lo scontro finale con Ottaviano nei pressi di Alessandria.


ATTO IV

Se per terra prevalgono le truppe di Antonio, la flotta di Ottaviano ha ancora una volta la meglio. Antonio, vedendosi perduto, vuole morire, quando l'eunuco Mardian gli annuncia la morte di Cleopatra. Antonio chiede al suo attendente Eros di ucciderlo, ma Eros preferisce darsi la morte piuttosto che obbedire a un ordine cosi crudele: allora Antonio si trafigge con la stessa spada usata da Eros. Ormai agonizzante, Antonio apprende che Cleopatra ha fatto diffondere ad arte la notizia della propria morte perché timorosa di rappresaglie. Egli viene trasportato presso Cleopatra, fra le cui braccia muore.


ATTO V

Ottaviano rende omaggio all'ex alleato e rassicura la regina circa la sua dignità regale. Cleopatra accetta di sottomettersi a Ottaviano, ma è arrestata e apprende da Dolabella dell'umiliazione che l'attende a Roma, dove sarà esibita come trofeo al trionfo di Ottaviano. Cleopatra, decisa a difendere la propria dignità fino alla morte, si fa portare un aspide, il cui morso la uccide insieme alle sue ancelle. Ottaviano dovrà tornare a Roma senza la sua preda più prestigiosa, dopo averne celebrato i funerali.


Sta......


Nessun commento: