9474652420519448 01688101952603718437

lunedì 28 maggio 2018

IL BORGHESE GENTILUOMO (Le Bourgeois gentilhomme) - Molière



IL BORGHESE GENTILUOMO 
Molière

Titolo originale - Le Bourgeois gentilhomme
Lingua originale - Francese
Genere - Comédie-ballet in prosa e in versi in cinque atti di Molière.
Ambientazione - Francia, nell'arco di un giorno
Prima assoluta il 14 ottobre 1670, alla corte di Luigi XIV,
nel Castello di Chambord, con musiche di Jean-Baptiste Lully
Jean-Baptiste Lully (Giovanni Battista Lulli , Firenze, 1632, Parigi, 1687), il genio innovatore della musica a cui la Francia deve la creazione di un suo teatro musicale, originale nel panorama europeo rispetto a quello,  ironia della sorte, di influsso italiano.


Personaggi

Maestro di Musica
Allievo di Musica
Maestro di Danza
Signor Jourdain; quarantenne borghese ambizioso, interpretato da Molière
Due Lacchè
Maestro d'Armi
Maestro Sarto
Quattro Garzoni
Nicoletta; servetta interpretata da Jeanne Beauval
Signora Jourdain; moglie di Jourdain, interpretata in travesti da André Hubert
Dorante; conte ruffiano, interpretato da Michel Baron
Cleante; innamorato della figlia di Jourdain, interpretato da La Grange
Coviello; valletto di Cleante, del quale Nicoletta è innamorata)
Lucilla; figlia di Jourdain ed innamorata di Cleante, interpretata da Armande Béjart

Dorimène; Marchesa amante di Dorante, interpretata da Catherine de Brie.



ATTO I

Monsieur Jourdain, un ricchissimo borghese che mira a divenire nobile e studia per comportarsi da nobile, trascorre il suo tempo in lezioni di danza e musica.


ATTO II

Sedata una lite tra i maestri di danza, musica e scherma su quale arte sia superiore, Jourdain sottopone al maestro di filosofia un messaggio galante destinato alla marchesa Dorimène, da cui è attratto e per la quale organizza un banchetto all'insaputa di sua moglie. Il sarto, intanto, pensa ad agghindarlo con nastri e fronzoli.


ATTO III

Scatenando le ire della moglie, Jourdain dà sostanziosi prestiti al nobile squattrinato Dorante, che finge di fare doni di prestigio a Dorimène per conto di Jourdain, ma che in realtà cerca di conquistare per sé la marchesa. L'ambizione all'ascesa sociale di Jourdain è tale che proibisce alla figlia Lucille di sposare Cleonte, bello e innamorato di lei, per il solo fatto di essere un borghese. Ma Coviello, servitore di Cleonte, ha la soluzione: Jourdain, coinvolto in una mascherata, dovrà dare il suo consenso.


ATTO IV

Madame Jourdain manda all'aria il banchetto offerto dal marito a Dorimène e Coviello, travestito da turco, parlando in un goffo francese maccheronico annuncia a Jourdain la visita del figlio del Gran Turco per chiedere la mano di sua figlia, promettendo di insignirlo della più alta dignità ottomana, quella di mamelucco.


ATTO V

Dorimène cede alla corte di Dorante, mentre la mascherata di Coviello e Cleonte raggiunge lo scopo prefisso, unendo in una cerimonia alla turca Lucille e Cleonte.




La satira sferzante della pièce si snoda attraverso le vicende di una coppia borghese comicamente imitata dalla coppia di sguatteri al loro servizio. L'autore vuole mostrare come, di fronte ai sentimenti, sia i ricchi che i poveri si comportino in modo uguale. Un'altra innovazione è dimostrata dal fatto che per tutta la scena le donne hanno decisamente un ruolo più incisivo di quello maschile.
In quest'opera, Molière criticava Luigi XIV come buffone di corte, infatti il borghese gentiluomo era la parodia della corte del Re; il ridicolo della società che lui stesso aveva creato. Inoltre prende posizione contro i matrimoni combinati, organizzati secondo le comodità economiche. Oltre ai personaggi principali, il "cast" vantava diversi musicisti, cantanti, ballerini, garzoni cuochi, garzoni sarti, ed altri personaggi degli intermezzi. Tra i cantanti figuravano Arnou (allievo di musica), M.lle Lalande (una musicista), Jonquet (un musicista) nel balletto del primo atto, e Philbert (un Muftì) in quello del terzo. Anche Lully partecipò alla "Cerimonia turca", come ballerino nel ruolo del Muftì.


VEDI ANCHE . . .




Nessun commento: