9474652420519448 01688101952603718437

giovedì 9 agosto 2018

THE BALLOONATIC - IL MATTO SUL PALLONE - Buster Keaton




IL MATTO SUL PALLONE

Titolo originale - The Balloonatic
Paese di produzione USA
Anno 1923
Durata 22 minuti
Dati tecnici - Bianco/Nero
Film muto
Genere - Commedia
Regia - Buster Keaton, Eddie Cline
Produttore - Joseph M. Schenck
Fotografia - Elgin Lessley

Interpreti e personaggi

Buster Keaton: un giovane
Phyllis Haver: una giovane
Babe London: ragazza corpulenta




Ancora una volta Keaton cambia radicalmente registro: con Il matto sul pallone agli spazi angusti e claustrali di La casa elettrica sostituisce i grandi spazi aperti che si rifanno a Il viso pallido.

TRAMA - Da un Luna Park Buster Keaton prende inopinatamente il volo su un aerostato che lo trasporta lontano, in una natura selvaggia e ostile. Qui fa la conoscenza di una giovane campeggiatrice, di cui si innamora; quando questa cade nel fiume e viene trascinata via dalla corrente, Buster Keaton la insegue con una canoa e la trae in salvo, per scoprire però subito dopo che le cascate sono vicine. Ma la canoa è legata all'aerostato e i due possono salvarsi.

COMMENTO - Film a tratti lento, incapace di reggere un ritmo vivace per tutta la durata,  Il matto sul pallone si fa notare per alcuni momenti chiave:

A -  la capacità di adattamento di Buster Keaton che si trova improvvisamente sul pallone e subito dopo lo vediamo farsi il bucato nella tinozza oppure andare a caccia di anatre appendendo anatre finte all'aerostato...

B - la sequenza in cui Buster Keaton cammina carponi inseguito da un orso, senza rendersene conto; al meccanismo classico della suspense (noi sappiamo che c'è I'orso, mentre il protagonista non lo sa) segue il gag conclusivo, per cui è proprio perché non lo vede che Buster Keaton uccide l'orso, provando il fucile a casaccio....

C - nel finale un pallone venuto da chissà dove (il primo era andato distrutto), salva i due personaggi dalla catastrofe (le cascate): l'incoerenza narrativa è in parte riscattata dall'unità sotterranea indotta dal tema del pallone...

D - all'inizio del film vediamo Buster Keaton immerso in un buio profondo e solo dopo scopriamo che si tratta della Casa dei fantasmi di un Luna Park.

La successione immagine falsa-immagine rivelatrice ripete che le cose non sono mai ciò che sembrano, basta un piccolo effetto di montaggio a rivelare la verità: il cinema parla della vita ma parlando di se stesso, delle sue capacità ingannatrici e rivelatrici al tempo stesso.


VEDI ANCHE . . .



Nessun commento: